Tre volte a Capaci

Mi è capitato due volte di percorrere quel tratto di autostrada da Punta Raisi a Palermo, un rettilineo che non sembra un rettilineo, srotolato nell’interregno tra il mare e le montagne, attraverso quartieri soffusi, costruzioni non del tutto costruite, scorci di natura e spezzoni di umanità. La più recente è stata nel cuore di unaContinua a leggere “Tre volte a Capaci”

Fuori

Microconferenza sulla Brexit.Titolo dell’intervento: “Oggi la Gran Bretagna è uscita dall’Europa”Relazione: “Ma come? Che brutto!Adesso quindi per andare a Londra servirà il passaporto? Magari anche no, ma comunque sarà tutto più difficile. Più triste. Per loro soprattutto.Ma insomma! C’e un sacco di gente che vorrebbe entrare in Europa, perché si sta bene e ci sonoContinua a leggere “Fuori”

Una passeggiata su Roma

Una passeggiata su Roma è, anche, un’avvincente esperienza antropologica, una ricca, dinamica esposizione di tipi umani, che prende forma da sola, passo dopo passo, incontro per incontro. Sì, è vero, questo vale, più o meno, per qualsiasi grande città. Il fatto è che a Roma i tipi umani non solo li incontri, ma li troviContinua a leggere “Una passeggiata su Roma”

Incontri mattutini a Napoli

Incontro mattutino per le strade di paese nella provincia vicentina.“Ciao, come va’?”“Bene grazie, e tu?”“Tutto bene.”Punto. 10 secondi netti. Incontro mattutino per le strade di Napoli.“Buona giornata a te, che piacere vederti stamattina.”“Il piacere è mio, carissimo. Tutto bene?”“E come no? Tutto bene, tutto bene! Esco ora da casa per una commissione importante.”“Sei di frettaContinua a leggere “Incontri mattutini a Napoli”

Il fascino decadente del Lido

Il fascino decadente del Lido, unito all’aria di sbaraccamento che si respira nell’ultimo giorno di Mostra del Cinema, produce un effetto di malinconia così trasparente e schietta da sconfinare verso un sentimento opposto, di vitalità e di allegrezza.Come quando ti ritrovi ad immaginare quanti e quali disegni, colori e parole potranno ancora animare il retroContinua a leggere “Il fascino decadente del Lido”

Qualche grado di inclinazione

Stazione dei treni di Vicenza, un sabato pomeriggio d’autunno, binario deserto.Due sguardi, due immagini.Il luogo è lo stesso, l’orario è lo stesso e anche il punto di osservazione è esattamente lo stesso.Solo lo sguardo cambia leggermente, eppure…Lo spazio non sembra più lo stesso e neanche il tempo, il binario non è più deserto, prende vita,Continua a leggere “Qualche grado di inclinazione”

In treno, senza titolo

Qualche giorno fa salgo in treno, un regionale della domenica mattina.Siamo alla stazione di partenza, c’è poca gente nei vagoni e scelgo un posto a caso vicino al finestrino. Mi accorgo che poco lontano c’è un ragazzo che dorme, un po’ di borse sparse ed i piedi scalzi appoggiati sul sedile di fronte.Tra una stazioneContinua a leggere “In treno, senza titolo”

La Mostra del Cinema

La prima volta che vi misi piede, e occhi, era l’agosto del 1996 e mi colpirono anzitutto due cose.La prima è che fosse accessibile, che non fosse quella bolla sigillata e riservata, visibile solo alla tv, ma che tutti, anche profani e non addetti ai lavori, potessero tuffarsi dentro, che bastasse un biglietto per entrareContinua a leggere “La Mostra del Cinema”

Frontiere

Mi è difficile non pensare alle frontiere in questi giorni, alle molte cose che rappresentano.Segnano aspirazioni, limitazioni, varchi e barriere. Andate e ritorni, addii e arrivederci, sfide e avventure, vittorie e sconfitte, fughe bisognose e viaggi di piacere.Sono punti di passaggio, di arrivo, di partenza, di stallo. Luoghi di speranza e disperazione, di scontro eContinua a leggere “Frontiere”

Mezquita Catedral di Córdoba

Per chi ha la fortuna di nascere e crescere in un luogo in cui una cattedrale sorge all’interno di una grande moschea, a sua volta insediata ed espansa dove prima c’era una chiesa, il tutto un paio di metri sopra una più antica città romana, risultato (mai definitivo) di secoli, millenni di successioni, alternanze, integrazioniContinua a leggere “Mezquita Catedral di Córdoba”